Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole. Se accetti, continua la navigazione.

Promuovere comportamenti autonomi nell’autismo

Scarica articolo in PDF

Una persona è autodeterminata quando è intrinsecamente motivata ed in grado di agire in maniera autonoma. L’autonomia è parte integrante di molte attività quotidiane tra cui prendere decisioni, risolvere problemi, auto-gestirsi, essere consapevoli di sé. Le persone sperimentano autonomia quando si percepiscono fautori delle proprie azioni. Promuovere tali comportamenti potrebbe portare ad un incremento dell’autostima e dunque delle abilità socio-relazionali e accademiche.

Genitori e insegnanti hanno la possibilità di facilitare o ostacolare lo sviluppo della capacità di autodeterminazione attraverso il sostegno all’autonomia. Dei genitori che promuovono l’autonomia incoraggiano i loro figli a risolvere i propri problemi, li invitano ad esprimere il proprio punto di vista, raramente usano pressioni e controlli e, quando possibile, promuovono scelte individuali. E’ importante sottolineare che i genitori possono fornire sostegno all’autonomia anche quando si prendono cura dei loro figli, in questo modo i bambini sviluppano un rapporto sicuro senza sentirsi controllati nelle loro azioni.

A scuola, invece, gli insegnati che promuovono l’autonomia, sono in genere degli ascoltatori attivi, concedono agli studenti del tempo per lavorare in maniera indipendente , offrono un supporto piuttosto che dare agli studenti le risposte ai problemi, creano un ambiente solidale ed empatico.

I bambini con Disturbo dello Spettro Autistico (ASD) spesso hanno difficoltà a costruire e mantenere relazioni sociali, e l’autonomia potrebbe giocare un ruolo di fondamentale importanze nello sviluppo di tali competenze. Lo studio di seguito proposto ha esaminato la relazione tra il sostegno all’autonomia , l’autodeterminazione e le competenze scolastiche in un gruppo di  bambini con ASD ad alto funzionamento. E’ stato rilevato che la promozione di comportamenti autonomi da parte degli insegnati è correlata ad una maggiore autodeterminazione a scuola e ad una maggiore competenza scolastica. L’autodeterminazione in amicizia è, invece, strettamente correlata all’accettazione sociale. Lo studio pone in evidenza l’importanza della promozione di comportamenti autonomi nell’autismo ad alto funzionamento e il loro effetto sulla sfera scolastica e sociale.

Per consultare l’intero articolo in inglese  http://www.omicsgroup.org/journals/perceived-autonomy-support-in-children-with-autism-spectrum-disorder-2165-7890.1000114.pdf

Fonte

Shea N.M., Millea M.A., Diehl J.J. (2013). Perceived Autonomy Support in Children with Autism Spectrum Disorder. Autism, 3.

Scarica articolo in PDF