Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole. Se accetti, continua la navigazione.

Tag: metodologia

Videogiochi per imparare

L’Agenzia Europea per l’Istruzione, la Cultura e gli Audiovisivi (EACEA) ha finanziato per il biennio 2010-2011 un progetto di ricerca denominato  “Teaching to Teach with Technology”  che si propone di sviluppare una metodologia di insegnamento basata sull’integrazione dei metodi tradizionali con l’uso di tecnologie di apprendimento “innovative”. Nel primo anno di attività, i partner del consorzio europeo hanno identificato i videogiochi, i robot, i sistemi di realtà aumentata quali tecnologie dell’apprendimento candidate ad avere nel prossimo futuro un notevole impatto in contesti educativi e formativi. Attualmente la maggioranza degli psicologi e dei pedagogisti è concorde nell’attribuire un importante ruolo di queste tecnologie al di processi di insegnamento/apprendimento basati sull’esperienza diretta dei discenti. In realtà, non è ancora chiaro come l’enorme varietà dei prototipi e dei prodotti sviluppati in questi ultimi anni possa essere ricondotta a chiare e ben codificate pratiche educative. Tuttavia, queste piattaforme tecnologiche possono stimolare atti esperienziali aventi finalità educative: verificare/costruire ipotesi, sperimentare relazioni interpersonali, esplorare nuovi mondi.

Le tecnologie dell’apprendimento candidate nel prossimo futuro ad entrare nelle pratiche educative/formative delle nostre scuole, università e agenzie di formazione professionale nascono dall’interazione di tre particolari domini scientifici-tecnologici: i videogiochi, le simulazioni al computer di fenomeni naturali/sociali e i sistemi ibridi hardware/software. Dal punto di vista didattico tali sistemi sono degli ambienti dove i discenti conducono delle esperienze “educative/formative”.

Per consultare l’intero articolo  http://www.nac.unina.it/nac/administrator/components/com_jresearch/files/publications/AISC_2010_FORMAT_Miglino_Rega_Nigrelli.PDF

Fonte

Miglino O., Rega A., Nigrelli M.L. (2011). Quali videogiochi possono essere usati a sostegno dei  processi di insegnamento/apprendimento. Una prima  classificazione. In Atti del Settimo Convegno Nazionale dell’AISC 2010 – Associazione Italiana di Scienze Cognitive, 62-66.